La volatilità giornaliera di Bitcoin al minimo da marzo

L’anno 2020 è stato notevole per molte persone che hanno scommesso Bitcoin contro l’economia tradizionale, qualcosa di una buona scommessa in quanto ha fornito rendimenti più elevati per gli investitori dal momento del crollo del mercato nel mese di marzo. Tuttavia, nell’ultima settimana, il suo valore è rimasto bloccato tra i 9.000 e i 10.000 dollari. Questo movimento restrittivo ha spinto la sua volatilità ai livelli più bassi degli ultimi tre mesi. Secondo i dati forniti da CoinMetrics, la volatilità giornaliera del Bitcoin è scesa sotto il 50% e l’ultima volta che questo livello è stato visitato è stata il 7 marzo 2020.

In seguito all’istanza di cui sopra

In seguito all’istanza di cui sopra, il prezzo del Bitcoin è sceso di circa il 50% il 12 marzo, mentre la volatilità sui grafici si è ridotta. Tuttavia, questa non era necessariamente una tendenza che potesse essere rilevata nuovamente dal mercato.

La volatilità media a 30 giorni del Bitcoin è scesa sotto la soglia del 50% per 35 volte dal 2013, un anno che è considerato da molti come l’inizio del mercato moderno del Bitcoin da quando è stata la prima volta che BTC ha superato il $1k. Considerando i dati a partire dal 2017, dopo aver tracciato i 35 punti in cui la volatilità è scesa al di sotto del 50%, si è rilevato che l’80% di questi periodi è durato meno di 20 giorni, mentre il 55% di essi è durato meno di 10 giorni.

È interessante notare che la media e la mediana hanno mostrato un modello di volatilità crescente dopo dieci giorni di calo.

Tuttavia, quando l’impatto della bassa

Tuttavia, quando l’impatto della bassa volatilità è stato confrontato con l’azione dei prezzi, ha presentato un quadro misto. Il prezzo tende a salire a volte e a volte anche a scendere, una sorta di movimento che ha mantenuto la mediana e significa vicino allo 0% per quasi 40 giorni.

Come spiegato, un lungo periodo di consolidamento dei prezzi a bassa volatilità ha spesso spianato la strada a un grande movimento da entrambe le parti. Più lungo è il consolidamento, più aggressivo è il breakout o la rottura. Con il calo della volatilità, il prezzo della Bitcoin potrebbe raccogliere energia per un grande movimento di prezzo e con le speculazioni di una correzione del mercato, potremmo vedere il prezzo del più grande crollo della cripto-valuta del mondo nel breve termine.

CategoriesBitcoin